martedì 15 agosto 2017

TOP TEN TUESDAY #10 - Dieci libri per cui ho pianto

Ciao amici dell'etere, mi scuso per la latitanza delle ultime settimane, ma tra lavoro, caldo e vacanze non ho avuto moltissimo tempo per mettermi al pc. Rientro oggi che è ferragosto con la rubrica del martedì : la Top Ten Tuesday!!La rubrica settimanale creata da Broke and Bookish che consiste nello stilare una lista di dieci libri a seconda della richiesta della settimana!
Siccome sul mio blog compare da poco dopo anni che è in circolazione ho deciso di recuperare alcune delle "consegne" che trovo più interessanti postate negli anni... cercando pian piano di andare in pari.
Oggi sono qui a presentarvi dieci libri che ho letto e che mi hanno fatta commuovere e, nella maggior parte dei casi, piangere.

Faccio una premessa, ho fatto quasi fatica a trovare dieci titoli che andassero bene per questa lista, perchè sono stati pochi i libri che mi hanno toccata a tal punto...





«Dopo tutto questo tempo?»
«Sempre» rispose Piton. 

😢😢😢


È questo il problema del dolore. Esige di essere sentito.

😢😢😢


Ci si sente sempre disorientati quando si viene sbalzati fuori dal proprio angolino rassicurante. [...]c’è fame in te, Clark. C’è audacia, l’hai soltanto sepolta, come fa gran parte della gente. [...]Vivi bene. Semplicemente, vivi.

😢😢😢



Perché in quel momento ho capito che il tempo non conta. Che certi istanti durano per sempre. Anche quando finiscono, anche dopo che sei morta e sepolta, quei momenti perdurano, vanno avanti e indietro, all'infinito. Sono tutto, ovunque, tutti insieme.

😢😢😢


Lui mi ha insegnato che l’unica cosa perfetta è il nostro presente, 
perché nel presente possiamo respirare, muoverci, provare emozioni. 
E far sapere alle persone che fanno parte della nostra vita 
quanto significhino per noi.

😢😢😢


Mi sorride, e improvvisamente ho di nuovo diciassette anni... perché a quell'età capii che l'amore non rispetta le regole, perché a quell'età capii che non c'è niente che valga la pena di avere quanto ciò che è irraggiungibile.

😢😢😢


Quel giorno... ho scoperto che le nostre metà non combaciano perfettamente e solo un abbraccio può farci combaciare. Senza la tua presenza il mondo si è svuotato. Mi manca tutto di te: la risata, lo sguardo, i congiuntivi mancanti, gli sms, le chiacchierate... Tutte quelle cose insignificanti che valgono tutto per me, perché sono tue.

😢😢😢


Vorrei poter entrare nel tuo cuore in modo che tu possa sapere che ci sarò sempre, sempre.

😢😢😢


Mi meraviglia sempre la forza degli esseri umani, che riescono a rialzarsi, seppure barcollando, persino quando fiumi di lacrime inondano i loro volti.

😢😢😢


Pensa a tutta la bellezza ancora rimasta attorno a te e sii felice.



😢😢😢

ED ORA TOCCA A VOI, C'E' QUALCHE LIBRO CHE VI HA FATTO COMMUOVERE E VI HA TOCCATO NEL PROFONDO!?
DITEMELO CON UN COMMENTINO 💓


Enjoy,
Chiara😢

venerdì 4 agosto 2017

Tiriamo le somme di... Luglio!

Ciao amici dell'etere, bentornati!
Questa è una rubrica che in tanti hanno sui loro blog, quindi non invento l'acqua calda, riporto sul mio blog una rubrica nella quale si fa un resoconto del mese appena passato attraverso i preferiti di categorie ben definite.
Sicuramente tanti avranno dato un nome diverso alla rubrica, però a conti fatti siamo tutti qui ad elencare i preferiti del mese appena terminato.
Dopo queste spiegazioni direi di cominciare!

Ho deciso di creare per il mio personale riassunto del mese una lista di categorie, ma spero di incrementarne, con il tempo, il numero!




LIBRO DEL MESE 



Questo mese non ho letto moltissimo, ma questa sicuramente è stata la lettura più dolce del mese. Una storia bellissima e piena di amore. Consigliata a tutti!


FRASE DEL MESE 

"Io e mio fratello siamo spuntati all'orizzonti.
Quella linea sfumta tra la Terra e il cielo. Quella fetta di deserto o di oceano così distante. Il puntino in lontananza sempre sfuggente."

💑 💑 💑

Dobbiamo restare uniti. E' l'unica cosa che posso fare per lui. Ed è l'unica cosa che lui può fare per me. 
[...] Siamo unici. Forse a volte ce lo dimentichiamo. [...]
Io e Julian siamo l'unica cosa stabile di questo universo che cambia continuamente.

💑 💑 💑

"I topi come me e Julian" dico. "Quelli che non sono stati partoriti da una mamma ma vengono al mondo in un altro modo." [...] "I topi che non sono nati."
[...] "Non sono ancora riuscita a capire da dove veniamo" spiego. "Ci ricordiamo tutti e due dello stesso posto, ma non sappiamo come siamo arrivati in quella casa bianca, con il tavolo e la fila di bambini. Io ho varie teorie, ma insomma... Io e Julian siamo passati da una mamma all'altra. Non siamo venuti fuori da qualcuno, come i wurstel di Pringles... Noi... esistiamo e basta. Non siamo mai stati neonati. Non siamo mai nati."

💑 💑 💑

"Nel momento in cui i nostri sguardi si sono incrociati per la prima volta ho pensato..."
Ecco.
"...ho pensato: 'Bene, adesso sono una mamma'."
Aspetto. Guardo Julian. Julian mi guarda.
Persona ci stringe forte e ci scocca un altro bacio sulla testa.
Poi sussurra la parola magica.
"Per sempre."

- Per sempre o per molto, molto tempo , Caela Carter

venerdì 28 luglio 2017

TOP&FLOP! - Cinque tormentoni estivi che ho amato e Cinque tormentoni estivi che NON ho amato

Buon pomeriggio amici dell'etere, come sta procedendo la vostra estate?!
Quest'oggi cambiamo un pochino argomento dedicando la lista TOP&FLOP alla musica in particolare ai tormentoni estivi che ho adorato e che ho odiato negli anni! Nonostante la musica sia un argomento che non tratto molto spesso qui sul blog è una delle costanti della mia vita e quindi trovo divertente parlarne qui!
Questo post nasce in collaborazione con la gentilissima Cristina de Il mondo di Cry (Passate da lei!!!!!!), con cui ho deciso di ricercare all'interno dell'ipod e tirare fuori gli scheletri nell'armadio!


CINQUE TORMENTONI ESTIVI CHE HO AMATO

Come sarà facile notare le canzoni estive, i tormentoni, che più ho amato mi ricordano -quasi- tutti di posti che ho avuto la possibilità di visitare e che ricordo anche grazie a queste melodie!


DANZA KUDURO - 2011 

 

E' stata una delle mie canzoni preferite per un sacco di tempo, tutti quelli che mi conoscono sanno che la cantavo ovunque e non potevo smettere di ballarla e di cercare tutte le versioni esistenti.
Ne ero proprio assuefatta e mi ricorda dell'estate della maturità, piena di ansia e di sollievo.



DESPACITO - 2017


Potreste pensare che sia banale questa scelta, ma posso garantirvi che non lo è, questa canzone è sicuramente un'ossessione per molti come me in questa estate; ma svelo l'arcano, la canzone è uscita a gennaio, ed in quei giorni io mi trovavo a Londra quindi è inevitabile per me non ricordarmi di quella piccola vacanza con la mia amica Manuela!



VAMOS A BAILAR - 2000



L'anno in cui uscì questa canzone io andai in vacanza in Spagna, non posso quindi non collegare e ricordare con questa canzone una vacanza stupenda in un luogo meraviglioso.
Questa canzone è l'emblema della mia estate 2000! 



INFINITY - 2008


Tamarrissima canzone che ancora oggi ascolto con piacere e un pizzico di malinconia, nell'estate 2008 la ascoltavo a ripetizione sulle spiagge sarde. Voglio tornarci al più presto!



LA GOZADERA - 2015 


Ero a Roma nell'estate 2015, e mi immaginavo Marc Anthony spuntare fuori da ogni angolo per iniziare a shackerare la testa come nel video.




CINQUE TORMENTONI ESTIVI CHE HO ODIATO

Cambia invece il discorso per i tormentoni estivi più odiati, ne avrei sicuramente milioni da mettere in classifica ma generalmente cerco di rimuoverli, quindi per evidenti problemi mnemonici citerò alcuni dei tormentoni che più mi sono indigesti usciti negli ultimissimi anni!

SALUTA ANDONIO - 2017


MA CHE DAVVERO?!


MOOSECA - 2017

Enrico Enrico, ma che mi combini?!


LLAMA IN MY LIVING ROOM - 2017


La canzone in se non mi fa così schifo, ma il ritornello mi fa rabbrividire!


PULL UP - 2015


Niente da fare, Jason Derulo, per quanto riguarda me stavolta ha toppato!


COME - 2015


Non la commento, non mi piace proprio!



E' ESTATE, QUINDI, I VOSTRI TORMENTONI ESTIVI TOP&FLOP QUALI SONO?!

Enjoy,
Chiara🌊










mercoledì 19 luglio 2017

BLOGTOUR "Per Sempre o per molto, molto tempo" di Caela Carter, L'ADOZIONE

Buongiorno amici dell'etere, bentornati sul blog!
Nuovo blogtour dedicato ad uno dei libri più belli letti negli ultimi tempi: un libro dolce, toccante ed estremamente commovente... ve lo avevo già presentato QUI, ma vi rinfresco la memoria, e subito dopo vi parlo un po' di adozione, spiegandovi un po' di cosette in proposito!


Titolo: Per Sempre o per molto, molto tempo
Titolo originale: Forever, or a Long, Long Time
Autore: Caela Carter
Editore: Mondadori
Collana: Contemporanea
Genere: Libri per ragazzi
Pagine: 332
Prezzo: 17,00€
Data di uscita18 luglio 2017 



Sballottati per anni da una famiglia all'altra, Flora e Julian non possono contare su molte certezze. Sanno di essere fratelli e che nulla, o quasi, li può separare, ma soprattutto sono sicuri di non essere mai nati: Siamo creature dell'oceano, siamo figli del caos, si ripetono, formulando strampalate teorie sulle proprie radici. Solo una cosa potrebbe convincerli del contrario: l'amore di Persona, la donna che finalmente li adotta e che non li abbandonerà mai, anche se a Flora le parole restano spesso sospese tra le labbra e Julian non può fare a meno di nascondere il cibo nell'armadio. Insieme a Persona il viaggio di Flora e Julian alla ricerca delle proprie origini può cominciare. A ogni tappa una nuova scoperta li attende: la sicurezza che l'affetto di una mamma dura Persempre, che solo partendo dal passato si può costruire il futuro e, soprattutto, che famiglia è qualsiasi nucleo di persone che insieme vive, cresce, ama.


L'adozione è un processo attraverso il quale si diventa genitori di un figlio non procreato; affinchè la tutela del minore sia piena e totale è necessatio che i genitori adottanti siano totalmente consapevoli che per essere un 'vero' genitore è necessario amare e prendersi cura del bambino legittimato dalla società.
Questa legittimità è riscontrabile nell'istante in cui il Tribunale dichiara ufficialmente una coppia come coppia di genitori di uno specifico bambino; logicamente non basta la legge per instaurare un rapporto certo e positivo con il bambino, infatti è necessario che gli adottanti si sentano a tutti gli effetti i genitori effettivi del piccolo e non semplici sostituiti dei genitori biologici.


Io e mio fratello siamo spuntati all'orizzonti.
Quella linea sfumta tra la Terra e il cielo. Quella fetta di deserto o di oceano così distante. Il puntino in lontananza sempre sfuggente.

L'ambiente familiare che educa ed assiste unito a questa accettazione totale dei genitori sono elementi fondamentali per la determinazione del carattere del bambino adottato; questo sviluppo avviene soprattutto durante la prima infanzia attraverso le relazioni affettive significative e non dipende dai legami di sangue presenti tra le parti coinvolte.
Gli adulti devono essere ben coscienti delle responsabilità che si hanno nei confronti dei loro figli adottati, che possono essere portatori di vissuti dolorosi che devono essere ascoltati e compresi.
E' necessario quindi specificare che, al contrario della procreazione, la filiazione è un processo bilaterale che ha come protagonista il bambino ed i suoi bisogni fisici e soprattutto emotivi.
Con l'adozione riconosciamo che il rapporto tra genitori e figli, quindi, non si basa solo ed esclusivamente sulla genetica, ma anche e soprattutto attraverso l'amore, la premura e l'impegno. Il compito dei genitori, indipendentemente dal tipo di rapporto genetico, è di assicurare al bambino serenità ed affetto che scaturiscono in un rapporto unico, intimo e duraturo.


"I topi come me e Julian" dico. "Quelli che non sono stati partoriti da una mamma ma vengono al mondo in un altro modo." [...] "I topi che non sono nati."
[...] "Non sono ancora riuscita a capire da dove veniamo" spiego. "Ci ricordiamo tutti e due dello stesso posto, ma non sappiamo come siamo arrivati in quella casa bianca, con il tavolo e la fila di bambini. Io ho varie teorie, ma insomma... Io e Julian siamo passati da una mamma all'altra. Non siamo venuti fuori da qualcuno, come i wurstel di Pringles... Noi... esistiamo e basta. Non siamo mai stati neonati. Non siamo mai nati."

Esistono diversi tipi di adozioni, che possiamo classificare in due tipologie principali: quelle legittimanti e quelle non legittimanti. Nel primo caso il bambino acquisisce il cognome della famiglia adottante acquisendo anche i legami di parentela con la famiglia dei genitori ed inoltre viene interrotto ogni tipo di rapporto con la famiglia biologica. Parliamo di adozione non legittimante quando il bambino non acquisisce il 'titolo' di figlio legittimo della coppia di genitori non ricevendone il cognome, diventando erede nei genitori senza però acquisire legami di parentela legali, e inoltre mantenendo i rapporti con la famiglia di origine.
E' importante essere consapevoli che ogni bambino, indipendentemente dal suo aspetto fisico o dalla sua condizione di salute, ha il diritto di avere una famiglia che lo ami, lo protegga e gli dia le cure che merita.


Dobbiamo restare uniti. E' l'unica cosa che posso fare per lui. Ed è l'unica cosa che lui può fare per me. 
[...] Siamo unici. Forse a volte ce lo dimentichiamo. [...]
Io e Julian siamo l'unica cosa stabile di questo universo che cambia continuamente.

Non tutti però possono adottare un bambino, devono infatti essere presenti delle caratteristiche specifiche affinchè questo sia possibile ovvero i genitori devono avere un'unione stabile, essere idonei ad educare curare e mantenere i minori potendolo dimostrare attraverso documentazioni e colloqui con un'equipe di esperti e devono avere almeno 18 anni in più rispetto al bambino, ma non più di 45 anni in più dell'adottato per poter garantire al bambino un'educazione ed una cura fino all'età adulta.


"Nel momento in cui i nostri sguardi si sono incrociati per la prima volta ho pensato..."
Ecco.
"...ho pensato: 'Bene, adesso sono una mamma'."
Aspetto. Guardo Julian. Julian mi guarda.
Persona ci stringe forte e ci scocca un altro bacio sulla testa.
Poi sussurra la parola magica.
"Per sempre."

Logicamente ci sono molte cose in più che sarebbe il caso di dire ed esplicare, ma l'argomento è così vasto ed articolato che non basterebbero 300 post qui sul blog per poterlo sviscerare come merita; questo articolo serve solo per aiutarvi a capire meglio quello che i nostri piccoli protagonisti e la loro amorevole famiglia hanno presumibilmente vissuto.


QUESTO ROMANZO E' QUALCOSA DI MAGICO, SEGUITELO ATTRAVERSO LE TAPPE DEL BLOGTOUR!


L'ADOZIONE, Chiara In Bookland

Grazie a Carlo di The Room Tales per i bellissimi banner!
NON DIMENTICATEVI DI CLICCARE SULLE TAPPE DEL BLOGTOUR PER VOLARE A LEGGERE SUGLI ALTRI BLOG!

Enjoy,
Chiara👫

lunedì 17 luglio 2017

BLOGTOUR "Edward, Il mistero del Re di Auramala", LA CHIAVE SEGRETA DEL DNA

Ciao amici dell'etere, buon inizio settimana! Quest'oggi vi propongo un post relativo al DNA! Sorgerà spontanea in voi la domanda: "Cosa cavolo hanno in comune libri e DNA?". E' presto detto, avete mai letto "Edward. Il mistero del re di Auramala" di Ivan Fowler? Vi rinfresco la memoria rimandandovi alla presentazione che vi avevo fatto qualche tempo fa, la trovate QUI!
Io per mesi l'ho visto in libreria e dopo aver conosciuto l'autore a Tempo di Libri ho avuto occasione di interessarmi e documentarmi insieme agli altri blogger coinvolti nel blogtour!







Titolo: Edward. Il mistero del Re di Auramala 
  • Autore: Ivan Fowler
  • Casa editrice: Piemme
  • Genere: Romanzi e saggi storici
  • Anno di pubblicazione: 2016
  • Pagine: 514 p. , Rilegato
  • Prezzo: 19,00€ cartaceo - 9.99€ ebook

  • TRAMA:
1338. La guerra tra Inghilterra e Francia sembra ormai imminente: il re inglese Edward III è pronto a scatenare l'attacco decisivo. Anche perché, misteriosamente, è entrato in possesso di enormi somme di denaro che gli permettono di avere al soldo l'imbattibile flotta genovese. Nessuno, tra i grandi Lord e i consiglieri reali, riesce a capire come mai l'ambiguo mercante genovese Niccolò Fieschi sia riuscito a entrare nelle grazie del sovrano e ora eserciti un potere così grande a corte.

È per questo che vengono ingaggiati una tra le più famose spie al servizio della Corona, Master John de Ulgham, e il suo giovane apprendista William de Tels. I due, nel lungo e pericoloso viaggio che li condurrà dall'Inghilterra alle Fiandre, da Avignone a Genova, 
fino ad arrivare a Pavia e a una valle sperduta tra gli Appennini lombardi, scopriranno il terribile segreto che permette ai Fieschi di tenere in pugno il re inglese. Ma in questo gioco di sangue e potere nulla è mai davvero come sembra...

In una lotta contro il tempo e contro uno spregiudicato assassino che pare conoscere in anticipo ogni loro mossa, Master John e William rischieranno la vita per ciò che al mondo hanno di più caro e sacro: l'onore della Corona d'Inghilterra.





Avete mai pensato che tra di voi ci potrebbe essere l'erede di Edward? No? Ed invece dovreste perchè i ricercatori di The Auramala Project sono alla costante ricerca dei probabili eredi del misterioso Re inglese e per questo si basano sul DNA. Come? Scopriamolo insieme!


Il DNA si trova dentro tutte le nostre cellule ed è composto da cromosomi, che a loro volta contengono tutte le informazioni genetiche che si trasmettono da un soggetto all'altro.
Ogni molecola del DNA è formata da nucleotidi, elementi semplici formati da zucchero, fosfato e da una base azotata; le basi azotate possono essere: adeina, timina, guanina e citosina.
Ogni nucleotide è collegato ad altri due che incastrandosi vanno a formare una lunga catena a forma di doppia elica dove gli zuccheri e i fosfati sono disposti all'esterno della struttura mentre all'interno si andranno ad incastrare le basi azotate. 

Il DNA contiene tutte le funzioni necessarie per far funzionare ogni parte dell'organismo; all'interno del DNA sono contenute tutte le informazioni che costituiscono il codice genetico. Questo codice trasmette da un soggetto all'altro le caratteristiche ereditarie, molte componenti dell'individualità di ogni individuo sono stabilite proprio dal DNA e dal codice genetico.
Attraverso un particolare enzima, il DNA polimerasi, ogni molecola di DNA è in grado di duplicarsi andando a formare a sua volta due doppie eliche identiche a quella di partenza.

Tutte le cellule del nostro corpo contengono lo stesso DNA in grado di ricombinarsi in 46 cromosomi: negli ovuli e negli spermatozoi è presente metà del corredo cromosomico ed  unendosi nel momento del concepimento vanno a ricomporre i 46 cromosomi facendo in modo che ogni singolo soggetto riceva metà del proprio corredo genetico dalla madre e dal padre.

Il DNA mitocondriale (mtDNA) si tramanda esclusivamente da madre a figlio, le cui caratteristiche sono contenute nei mitocondri. 
Per ricostruire la storia di ognuno di noi in linea materna quindi è necessario ricercare le informazioni del DNA mitocondriale e per questo esiste un test apposito.



Ed ora veniamo a noi... tutti noi, attraverso una ricerca genealogica, possiamo scoprire se siamo portatori del mtDNA di Edoardo II alla ricerca della sua genealogia materna. Una volta determinati i discendenti del sovrano da parte materna è possibile confrontare il loro DNA mitocondriale con quello del presunto corpo di Edoardo II e comprendere se, effettivamente, quello conservato nella cattedrale di Gloucester sia o meno il vero sovrano inglese.
Siete curiosi di conoscere e comprendere di più di questa storia?! 




SEGUITE LE ALTRE TAPPE DEL BLOGTOUR, E PRENOTATE UN ESAME DI TIPIZZAZIONE DEL DNA PER SCOPRIRE SE NELLE VOSTRE VENE SCORRE DEL SANGUE BLU!!



LA CHIAVE SEGRETA DEL DNA, Chiara In Bookland

Ringraziamo Carlo di The Room Tales per i bellissimi banner del blogtour!

Ps Vi ricordo di cliccare sulle tappe del blogtour per andare direttamente ai blog!

Enjoy,
Chiara👑

sabato 15 luglio 2017

Segnalazione "Per Sempre o per molto, molto tempo" di Caela Carter {Mondadori}

Buon Sabato amici dell'etere! Oggi vi suggerisco un romanzo che uscirà il 18 di questo mese edito da Mondadori... Un romanzo di una dolcezza incredibile, che vi colpirà dritto al cuore!

 

Titolo: Per Sempre o per molto, molto tempo
Titolo originale: Forever, or a Long, Long Time
Autore: Caela Carter
Editore: Mondadori
Collana: Contemporanea
Genere: Libri per ragazzi
Pagine: 332
Prezzo: 17,00€
Data di uscita18 luglio 2017 



Sballottati per anni da una famiglia all'altra, Flora e Julian non possono contare su molte certezze. Sanno di essere fratelli e che nulla, o quasi, li può separare, ma soprattutto sono sicuri di non essere mai nati: Siamo creature dell'oceano, siamo figli del caos, si ripetono, formulando strampalate teorie sulle proprie radici. Solo una cosa potrebbe convincerli del contrario: l'amore di Persona, la donna che finalmente li adotta e che non li abbandonerà mai, anche se a Flora le parole restano spesso sospese tra le labbra e Julian non può fare a meno di nascondere il cibo nell'armadio. Insieme a Persona il viaggio di Flora e Julian alla ricerca delle proprie origini può cominciare. A ogni tappa una nuova scoperta li attende: la sicurezza che l'affetto di una mamma dura Persempre, che solo partendo dal passato si può costruire il futuro e, soprattutto, che famiglia è qualsiasi nucleo di persone che insieme vive, cresce, ama.

SPERO CHE DARETE UNA POSSIBILITA' A QUESTO DOLCISSIMO ROMANZO!

Enjoy,
Chiara👫

venerdì 14 luglio 2017

Recensione "Giulia Tofana. Gli amori, i veleni" di Adriana Assini

Buon venerdì amici dell'etere, quest'oggi volevo recensirvi un libro che mi è stato omaggiato dalla casa editrice Scrittura&Scritture qualche tempo fa e di cui vi feci la presentazione che potete trovare QUI; ho dovuto ricavarmi un pochino di tempo per dedicarmi a questa lettura perché merita decisamente attenzione.
Ho conosciuto questo romanzo, e per questo la ringrazio, grazie a Sandy de La Stamberga D'Inchiostro che ha letto e recensito questo romanzo prima di me! Correte a leggere la sua recensione QUI!



Titolo: Giulia Tofana. 
Gli amori, i veleni 

Autore: Adriana Assini 
Prezzo: € 14,00 
Pagine: 240 
Editore: Scrittura&Scritture
Collana: Voci
Genere: Romanzo Storico





Giulia Tofana è una cortigiana vissuta nella prima metà del diciassettesimo secolo, di una bellezza sconvolgente e di un'arguzia sorprendente la giovane si barcamena facendo la meretrice per i signorotti di Palermo. La sua vita però prende una piega inaspettata quando mette a punto la formula per il veleno perfetto: l'acqua tofana, una ricetta a base di arsenico e antimonio in grado di uccidere un uomo senza lasciare tracce del suo passaggio.
Il modo di sfruttare tale formula sembra evidente: vendere il veleno alle donne della città che vogliono liberarsi di uomini che le costringono ad una vita di abusi, maltrattamenti e soprusi senza possibilità alcuna di scappare dai matrimoni combinati.
E' evidente che la bellezza di Giulia le consenta di avere sempre uno stuolo di ammiratori pronti a pagare per la sua compagnia, e questo benché non la gratifichi le permette di condurre una vita dignitosa insieme alla 'sorella di latte' Girolama; non sembra soffrire particolarmente di questa sua condizione finché non incontra Manfredi Ballo, marchese dalla bellezza folgorante a cui rapisce il cuore incatenandolo con il suo.