mercoledì 19 luglio 2017

BLOGTOUR "Per Sempre o per molto, molto tempo" di Caela Carter, L'ADOZIONE

Buongiorno amici dell'etere, bentornati sul blog!
Nuovo blogtour dedicato ad uno dei libri più belli letti negli ultimi tempi: un libro dolce, toccante ed estremamente commovente... ve lo avevo già presentato QUI, ma vi rinfresco la memoria, e subito dopo vi parlo un po' di adozione, spiegandovi un po' di cosette in proposito!


Titolo: Per Sempre o per molto, molto tempo
Titolo originale: Forever, or a Long, Long Time
Autore: Caela Carter
Editore: Mondadori
Collana: Contemporanea
Genere: Libri per ragazzi
Pagine: 332
Prezzo: 17,00€
Data di uscita18 luglio 2017 



Sballottati per anni da una famiglia all'altra, Flora e Julian non possono contare su molte certezze. Sanno di essere fratelli e che nulla, o quasi, li può separare, ma soprattutto sono sicuri di non essere mai nati: Siamo creature dell'oceano, siamo figli del caos, si ripetono, formulando strampalate teorie sulle proprie radici. Solo una cosa potrebbe convincerli del contrario: l'amore di Persona, la donna che finalmente li adotta e che non li abbandonerà mai, anche se a Flora le parole restano spesso sospese tra le labbra e Julian non può fare a meno di nascondere il cibo nell'armadio. Insieme a Persona il viaggio di Flora e Julian alla ricerca delle proprie origini può cominciare. A ogni tappa una nuova scoperta li attende: la sicurezza che l'affetto di una mamma dura Persempre, che solo partendo dal passato si può costruire il futuro e, soprattutto, che famiglia è qualsiasi nucleo di persone che insieme vive, cresce, ama.


L'adozione è un processo attraverso il quale si diventa genitori di un figlio non procreato; affinchè la tutela del minore sia piena e totale è necessatio che i genitori adottanti siano totalmente consapevoli che per essere un 'vero' genitore è necessario amare e prendersi cura del bambino legittimato dalla società.
Questa legittimità è riscontrabile nell'istante in cui il Tribunale dichiara ufficialmente una coppia come coppia di genitori di uno specifico bambino; logicamente non basta la legge per instaurare un rapporto certo e positivo con il bambino, infatti è necessario che gli adottanti si sentano a tutti gli effetti i genitori effettivi del piccolo e non semplici sostituiti dei genitori biologici.


Io e mio fratello siamo spuntati all'orizzonti.
Quella linea sfumta tra la Terra e il cielo. Quella fetta di deserto o di oceano così distante. Il puntino in lontananza sempre sfuggente.

L'ambiente familiare che educa ed assiste unito a questa accettazione totale dei genitori sono elementi fondamentali per la determinazione del carattere del bambino adottato; questo sviluppo avviene soprattutto durante la prima infanzia attraverso le relazioni affettive significative e non dipende dai legami di sangue presenti tra le parti coinvolte.
Gli adulti devono essere ben coscienti delle responsabilità che si hanno nei confronti dei loro figli adottati, che possono essere portatori di vissuti dolorosi che devono essere ascoltati e compresi.
E' necessario quindi specificare che, al contrario della procreazione, la filiazione è un processo bilaterale che ha come protagonista il bambino ed i suoi bisogni fisici e soprattutto emotivi.
Con l'adozione riconosciamo che il rapporto tra genitori e figli, quindi, non si basa solo ed esclusivamente sulla genetica, ma anche e soprattutto attraverso l'amore, la premura e l'impegno. Il compito dei genitori, indipendentemente dal tipo di rapporto genetico, è di assicurare al bambino serenità ed affetto che scaturiscono in un rapporto unico, intimo e duraturo.


"I topi come me e Julian" dico. "Quelli che non sono stati partoriti da una mamma ma vengono al mondo in un altro modo." [...] "I topi che non sono nati."
[...] "Non sono ancora riuscita a capire da dove veniamo" spiego. "Ci ricordiamo tutti e due dello stesso posto, ma non sappiamo come siamo arrivati in quella casa bianca, con il tavolo e la fila di bambini. Io ho varie teorie, ma insomma... Io e Julian siamo passati da una mamma all'altra. Non siamo venuti fuori da qualcuno, come i wurstel di Pringles... Noi... esistiamo e basta. Non siamo mai stati neonati. Non siamo mai nati."

Esistono diversi tipi di adozioni, che possiamo classificare in due tipologie principali: quelle legittimanti e quelle non legittimanti. Nel primo caso il bambino acquisisce il cognome della famiglia adottante acquisendo anche i legami di parentela con la famiglia dei genitori ed inoltre viene interrotto ogni tipo di rapporto con la famiglia biologica. Parliamo di adozione non legittimante quando il bambino non acquisisce il 'titolo' di figlio legittimo della coppia di genitori non ricevendone il cognome, diventando erede nei genitori senza però acquisire legami di parentela legali, e inoltre mantenendo i rapporti con la famiglia di origine.
E' importante essere consapevoli che ogni bambino, indipendentemente dal suo aspetto fisico o dalla sua condizione di salute, ha il diritto di avere una famiglia che lo ami, lo protegga e gli dia le cure che merita.


Dobbiamo restare uniti. E' l'unica cosa che posso fare per lui. Ed è l'unica cosa che lui può fare per me. 
[...] Siamo unici. Forse a volte ce lo dimentichiamo. [...]
Io e Julian siamo l'unica cosa stabile di questo universo che cambia continuamente.

Non tutti però possono adottare un bambino, devono infatti essere presenti delle caratteristiche specifiche affinchè questo sia possibile ovvero i genitori devono avere un'unione stabile, essere idonei ad educare curare e mantenere i minori potendolo dimostrare attraverso documentazioni e colloqui con un'equipe di esperti e devono avere almeno 18 anni in più rispetto al bambino, ma non più di 45 anni in più dell'adottato per poter garantire al bambino un'educazione ed una cura fino all'età adulta.


"Nel momento in cui i nostri sguardi si sono incrociati per la prima volta ho pensato..."
Ecco.
"...ho pensato: 'Bene, adesso sono una mamma'."
Aspetto. Guardo Julian. Julian mi guarda.
Persona ci stringe forte e ci scocca un altro bacio sulla testa.
Poi sussurra la parola magica.
"Per sempre."

Logicamente ci sono molte cose in più che sarebbe il caso di dire ed esplicare, ma l'argomento è così vasto ed articolato che non basterebbero 300 post qui sul blog per poterlo sviscerare come merita; questo articolo serve solo per aiutarvi a capire meglio quello che i nostri piccoli protagonisti e la loro amorevole famiglia hanno presumibilmente vissuto.


QUESTO ROMANZO E' QUALCOSA DI MAGICO, SEGUITELO ATTRAVERSO LE TAPPE DEL BLOGTOUR!


L'ADOZIONE, Chiara In Bookland

Grazie a Carlo di The Room Tales per i bellissimi banner!
NON DIMENTICATEVI DI CLICCARE SULLE TAPPE DEL BLOGTOUR PER VOLARE A LEGGERE SUGLI ALTRI BLOG!

Enjoy,
Chiara👫

3 commenti:

  1. Ciao! Ti ho invitato a fare il Liebster Award 2017.
    Buona serata. ;) Liebster award 2017.

    RispondiElimina
  2. Ciao, sono una nuova followwer! Complimenti per il blog, questo è il mio www di oggi sul mio blog, se ti va ti aspetto come lettriec fissa!
    http://ioamoilibrieleserietv.blogspot.com/2017/07/www-wednesday.html

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao! Grazie mille! Ricambio con vero piacere!!

      Elimina